Sito di Zappetta Gialla sull'Oro.

Vai Home page   Vai al Sommario

 

 

E' un Sito sull'oro con centinaia di pagine utili alle vostre ricerche e dispone anche di Facebook per dialogare ecc. Per la Posta in generale: ho sostituito la mia precedente pagina Facebook (si può ancora consultarla, ma non più scriverci) con una nuova in formato Gruppo, la cui iscrizione è assolutamente gratis e dove potrete inserire domande o argomenti aggiungendo vostri "post", oppure rispondere e dialogare in quelli di altri già presenti.

Per la Posta particolare, invece, cioè dialoghi privati ed esclusivi con giornalisti, enti, collaboratori scrivetemi qui

IMPORTANTE: se nel vostro schermo la tabella centrale, testi ed altro li vedete troppo piccoli potete ingrandire tenendo premuto il tasto Ctrl e cliccando su + o -

 

Musei, mostre, mercatini, gare ecc

 

 

pubblicazione di Miniere d'Oro(2003) web.tiscali.it/minieredoro(2004) www.minieredoro(2006 / 2023)

 

 

Sezioni principali di questo Sito:

Miniere d'Italia

La Valle d'Ayas

Giuseppe Pipino

Il deposito di oro alluvionale italiano

Italia fiumi con oro

Imparare a cercarlo

Attrezzi necessari

Pulizia dei minerali

E' oro? e tipi di oro

Le Leggi sulla ricerca

I cercatori d'oro

Storia oro Italia

I minerali in genere

Club, gare e mostre

Pagina guida per ricerche scolastiche

Oro nel mondo

I vostri racconti

Collaboratori e corrispondenti

   

Le Associazioni per i cercatori d'oro in Italia trovano origine, come molte delle argomentazioni aurifere riguardanti la nostra nazione (e non solo), in una delle varie iniziative del dot. Pipino, il quale si adoperò appunto con pregevole impegno e costanza per svariati anni, alla diffusione nel nostro Paese della passione di cercatore d'oro amatoriale e strutturandovi contemporaneamente anche tutti i supporti utili alla diffusione e sviluppo di questa attività, quali ad esempio le gare, i raduni annuali "in quel di Predosa" e diverse varie cose attinenti l'argomento in questione.

Sempre per merito dell'ill. geologo venne fondata, sotto la sua direzione, L’Associazione Storico-Naturalistica della Val d’Orba, che venne formalmente costituita il 3 aprile 1987 a Predosa con lo scopo "...di raggruppare tutti coloro che si interessano del minerale oro a scopo di studio e di ricerca, e che intendono la sua raccolta come hobby naturalistico, nel pieno rispetto dellacercatoridoro museo natura e dei diritti altrui". La costituzione avvenne nel neo-allestito Museo Storico dell'Oro Italiano, gestito dall'Associazione, presso il quale iniziò subito una intensa attività culturale.  Come da Statuto, infatti, l'Associazione " ... promuove iniziative dirette alla conoscenza e valorizzazione naturalistica dell'Orba e degli altri fiumi auriferi, con spirito di tutela ecologica dell'ambiente naturale e di salvaguardia della secolare attività di pesca dell'oro; fa opera di divulgazione teorica e pratica degli aspetti storici, scientifici e pratici connessi alla presenza e alla raccolta artigianale e amatoriale dell'oro in Italia; organizza gare, mostre, conferenze e altre iniziative inerenti all'oro". Vennero sin da subito organizzate conferenze, delle escursioni, manifestazioni sportive e mostre in varie parti d'Italia. Grazie all'attività dell'Associazione il Museo assunse presto importanza e notorietà sia in campo nazionale che internazionale: ha infatti collaborato con alcune Università italiane e straniere (Torino, Genova, Pisa, Urbino, Ginevra), con il Politecnico di Torino, con quello di Madrid e con altri enti pubblici e privati. Nel 1988 l 'Associazione si unì con sodalizi analoghi di varie parti d'Italia a costituire la FEDERAZIONE ITALIANA CERCATORI D'ORO, la cui sede legale venne stabilita proprio nel Museo di Predosa. Con la Federazione si iniziò ad organizzare l'annuale Campionato Italiano Open (aperto agli stranieri) e altri appuntamenti locali e regionali: nel 1997 organizzarono assieme il Campionato Mondiale a Vigevano.

P.S. L’Associazione Storico-Naturalistica della Val d’Orba ha ora sede a Predosa, via Lung'Orba n°1 (AL).

 

                                               ------------------

 

Detto questo, in Italia (e nel mondo) ci sono diverse associazioni di cercatori d'oro: iscrivendosi ad una di queste si ha l'opportunità di condividere lo stesso hobby con altre persone, cosa che può tornar utile a chi, ad esempio, stia cercando di trovar compagnia per le proprie giornate di ricerca aurifera. Inoltre, registrandosi ad uno di questi club, oltre alla possibilità di partecipare ai consueti ritrovi serali nella sede stessa dell'associazione, si sarà automaticamente informati delle iniziative promosse dal "circolo", tipo le riunioni o le cene sociali etc. e si verrà anche a conoscenza delle tradizionali gare di pesca dell'oro che si svolgono annualmente in ogni dove. Tutte le gare, sia quella rivolta ai soli iscritti alla medesima associazione sia  quelle riguardanti il Campionato Italiano o Mondiale e che raccolgono una moltitudine di società, consistono sostanzialmente in un raduno amichevole che vede i partecipanti avvicendarsi a lavare con la Batea un secchio di "fino" fornito a ciascun partecipante dalla organizzazione stessa. Ogni secchio contiene, nel suo terriccio, lo stesso numero di scagliette e quindi si tratta di trovarne il maggior numero possibile e nel minor tempo (a parità di pezzettini d'Oro trovati sarà considerato il tempo impiegato). A questo punto, affinché il sottoscritto non sia frainteso, è bene precisare che non é  per nulla determinante chi vince o chi perde: quello che importa é che rimarrà il ricordo della simpatica giornata trascorsa tutti insieme in questa "bagarre". Da notare che si può anche assistere alle gare senza essere iscritti ad alcunché, in forma cioè di semplici spettatori: ritengo quest'ultima formula assai utile a chi desideri imparare, osservando, la carretta tecnica di uso della Batea, anche perché spesso in suddette manifestazioni partecipano dei veri e propri campioni del contesto.

Va naturalmente precisato che trattandosi come appena detto di "cercare oro già presente" (sarebbe più corretto dire ... cercare di non perderne), si tratta di un'attività che ha poco o nulla da spartire con la ricerca vera e propria dell'oro, per cui di conseguenza si potrebbe potenzialmente anche essere, contemporaneamente, ottimi garisti e pessimi cercatori, oppure il contrario.

 

 

 

 

 

 

 

 

Approfondimenti di questa pagina

 

G. Pipino la biografia
Monaco
Mostra Bologna esempio
il Raduno a Pasquetta
corsa oro V. Orba 2016
Fiera Verona esempio
Gare dei cercatori d'oro
Mercatini di minerali
Emilia R. Scienze Nat.