Sito di Zappetta Gialla sull'Oro.

Vai Home page   Vai al Sommario

 

 

E' un Sito sull'oro con centinaia di pagine utili alle vostre ricerche e dispone anche di Facebook per dialogare ecc. Per la Posta in generale: ho sostituito la mia precedente pagina Facebook (si può ancora consultarla, ma non più scriverci) con una nuova in formato Gruppo, la cui iscrizione è assolutamente gratis e dove potrete inserire domande o argomenti aggiungendo vostri "post", oppure rispondere e dialogare in quelli di altri già presenti.

Per la Posta particolare, invece, cioè dialoghi privati ed esclusivi con giornalisti, enti, collaboratori scrivetemi qui

IMPORTANTE: se nel vostro schermo la tabella centrale, testi ed altro li vedete troppo piccoli potete ingrandire tenendo premuto il tasto Ctrl e cliccando su + o -

 

Masone e dintorni

 

 

pubblicazione di Miniere d'Oro(2003) web.tiscali.it/minieredoro(2004) www.minieredoro(2006 / 2023)

 

 

Sezioni principali di questo Sito:

Miniere d'Italia

La Valle d'Ayas

Giuseppe Pipino

Il deposito di oro alluvionale italiano

Italia fiumi con oro

Imparare a cercarlo

Attrezzi necessari

Pulizia dei minerali

E' oro? e tipi di oro

Le Leggi sulla ricerca

I cercatori d'oro

Storia oro Italia

I minerali in genere

Club, gare e mostre

Pagina guida per ricerche scolastiche

Oro nel mondo

I vostri racconti

Collaboratori e corrispondenti

   

Pagina della sezione Ovadese oro nei fiumi.   Vedi le miniere di questo distretto

   

Piccola pagina di stimolo per chi ama la vera ricerca.

 
NOTA DI 

Masone è in provincia di Genova (quindi Liguria), ma ne ho inserito il  contesto qui perché sotto determinati aspetti la sua situazione mineralogica risulta particolarmente vincolata a quella ovadese e della Val Gorzente.

Si tratta infatti di una zona che è sicuramente meritevole d'attenzione perché in vari posti del suo territorio presenziano (e affiorano) dei filoni del tutto simili a quelli dell'area sopra menzionata. Questo avviene ad esempio nella parte alta del torrente Ponzema, nei dintorni dei monti Vesolina e Orditano, ma ancor più nella valle del rio Vezzullo. Non a caso proprio presso quest'ultimo corso d'acqua (è situato poco distante da Masone e s'immette quindi nello Stura) c'è una località conosciuta nei tempi col nome "Bric dell'Oro" che fu oggetto di antichi lavori minerari. Anche in altri posti contigui vennero fatte periodicamente ricerche e tutto questo a mio avviso è già più che sufficiente non solo per segnalarne il contesto nel Sito, ma anche per invitare gli amanti della "vera" ricerca (quelli cioè che non si accontentano di recarsi puntualmente nei posti già arcinoti) ad interessarsi attivamente del contesto, perché spesso i ritrovamenti più gratificanti e significativi si realizzano proprio in questo modo. A tal proposito ricordo inoltre che per la ricerca nei ruscelli o torrenti di montagna solitamente non si seguono le normali procedure riguardanti l'oro alluvionale, bensì si procede come appositamente descritto in altra pagina.

 

Allego una carta della zona per gli amanti dell'avventura.

carta fiumi auriferi del parco capanne di marcarolo, ritaglio

 
 

GROUPE DE VOLTRI OR – SECTION RIVIERES : OVADESE, VAL GORZENTE, VAL D’ORBA ET LEURS TERRITOIRES (Si vous voulez voir ses mines il ya une section correspondante)..

 

                                               Texte traduit par Massimo Salicchi

 

Masone et ses environs

 

Petite page d'encouragement pour ceux qui aiment la vraie recherche.

 

Masone est dans la province de Gênes (alors en Liguria), mais j'ai ajouté le contexte ici parce que dans certains égards, la situation  minéralogique semble être liée à celle d'Ovada et Val Gorzente.

Il s'agit d'un territoire intéressant qui mérite prendre en considération car dans de nombreuses parties de son territoire il ya des brins complètement similaires à ceux de la mentionnés ci-dessus.

Cela se produit par exemple dans la partie supérieure du ruisseau Ponzema, dans les environs des montagnes Vesolina et Orditano, mais plus encore dans la vallée du rio Vezzullo. Pas très loin de ce dernier cour d'eau en fait (il n'est pas loin de Masone et il se jette dans la rivière Stura) il y a un lieu connu à l'époque sous le nom de "Bric de l'or " qui a fait l'objet d'exploitations minières anciennes.

Même dans autres endroits limitrophes ont été faites des recherches et cela aussi à mon avis est suffisant pour indiquer l'emplacement sur le site et inviter les amateurs de la vraie recherche (ceux qui veulent découvrir de nouvelles zones) à s'intéresser activement au contexte, parce que souvent les résultats les plus importants sont réalisés de cette manière.

À cet égard, rappeler que pour la recherche dans les ruisseaux ou torrents de montagne, généralement on ne suivent pas les procédures normales de l'or alluvionnaire, mais celles décrites dans une autre page.

 

 

                                       Texte traduit par Massimo Salicchi

 

 

Ce encadré contient seulement le texte principal: pour regarder toutes les photos, cartes, notes qui le concernent et tous les links menant à d'autres pages, il faut se référer au texte originale dans le haut de cette page.

 

 

 

 

 

 

 

 

Approfondimenti di questa pagina

 

All contents copyright
© 2003--2023 VDA
All rights reserved.
No portion of this service may be reproduced in any form.

Posta in generale: ho sostituito la mia precedente pagina Facebook (si può ancora consultarla, ma non più scriverci) con una nuova in formato Gruppo, la cui iscrizione è assolutamente gratuita e dove potrete inserire domande o argomenti aggiungendo vostri "post", oppure rispondere e dialogare in quelli di altri già presenti. Posta particolare: per dialoghi privati (giornalisti, istituti ecc.) scrivetemi invece qui.

Indicazioni stradali con Google

Puoi collaborare inviando materiale generico o resoconti di esperienze personali: le schede riporteranno il tuo nome  (vedi qualche esempio).

Per la Rete. Oltre alle conseguenze nelle quali spesso s’incorre, tipo intervento da parte di terzi legittimamente interessati (un esempio), copiare o utilizzare contenuti d’altri siti porta quasi sempre a risultati screditanti per il proprio lavoro, soprattutto nel caso il materiale fosse tratto da web ben conosciuti e molto visitati i cui utenti, nel caso appunto ravvisassero (accidentalmente?) il contesto di cui sopra, considererebbero detta scopiazzatura come rivelatore della mancanza di buon gusto oltre che di idee nei confronti del gestore del sito in “odor” di plagio . In ogni caso si tratterebbe di un gesto che, al di la delle apparenze iniziali, non offrirebbe al proprio web alcuno sviluppo positivo per il semplice motivo che non è generato da un’azione costruttiva bensì passiva.  A mio modesto avviso, un sito per risultare interessante deve avere una propria personalità nella scelta dei contenuti e nel modo in cui questi vengono presentati: meglio ancora se caratterizzato da alcune informazioni non  facili da reperire. Altro che copiare da altri siti. Per il cartaceo. Talvolta vengo a sapere che qualcuno ha utilizzato paragrafi del sito nella stesura di qualche suo lavoro su cartaceo (libri ecc.): non mi riferisco certo ai seri scrittori e giornalisti che con una comune richiesta di autorizzazione via e-mail (la concedo sempre, salvo particolarismi) mi appagano anzi di soddisfazione per quanto concerne la mia attività in rete (e ciò mi basterebbe), ma piuttosto alle persone che pubblicano il contesto non solo senza chiedermene per semplice formalità il consenso, ma addirittura senza la buona educazione di citare, nel prodotto finito, il fatto di avere in qualche misura attinto anche dalle mie pagine. Non riporto per esteso le credenziali dei "maldestri autori" dei quali mi sono finora accorto perché ritengo che i loro nomi (e pubblicazioni annesse) non meritino qui di essere "pubblicizzati" in alcun modo, cioè esattamente al contrario e nel rispetto di come invece solitamente mi comporto con tutte le persone che mi contattano in simili circostanze e delle quali in seguito io segnalo appunto con piacere (è nell'interesse informativo del sito) la pubblicazione che li riguarda. Insomma, una questione d'impostazione e correttezza reciproca che tra l'altro può solo agevolare entrambi.