Sito di Zappetta Gialla sull'Oro.

Vai Home page   Vai al Sommario

 

 

E' un Sito sull'oro con centinaia di pagine utili alle vostre ricerche e dispone anche di Facebook per dialogare ecc. Per la Posta in generale: ho sostituito la mia precedente pagina Facebook (si può ancora consultarla, ma non più scriverci) con una nuova in formato Gruppo, la cui iscrizione è assolutamente gratis e dove potrete inserire domande o argomenti aggiungendo vostri "post", oppure rispondere e dialogare in quelli di altri già presenti.

Per la Posta particolare, invece, cioè dialoghi privati ed esclusivi con giornalisti, enti, collaboratori scrivetemi qui

IMPORTANTE: se nel vostro schermo la tabella centrale, testi ed altro li vedete troppo piccoli potete ingrandire tenendo premuto il tasto Ctrl e cliccando su + o -

 

Due note sul sito

 

 

pubblicazione di Miniere d'Oro(2003) web.tiscali.it/minieredoro(2004) www.minieredoro(2006 / 2023)

 

 

Sezioni principali di questo Sito:

Miniere d'Italia

La Valle d'Ayas

Giuseppe Pipino

Il deposito di oro alluvionale italiano

Italia fiumi con oro

Imparare a cercarlo

Attrezzi necessari

Pulizia dei minerali

E' oro? e tipi di oro

Le Leggi sulla ricerca

I cercatori d'oro

Storia oro Italia

I minerali in genere

Club, gare e mostre

Pagina guida per ricerche scolastiche

Oro nel mondo

I vostri racconti

Collaboratori e corrispondenti

   

 

Località (in %), da cui il sito è visitato durante quest'anno.

 

 Se volete prendetevi una manciata di secondi per leggere con calma le poche righe a seguire: non è nulla di fondamentale, descrivono semplicemente i criteri che ho adottato per strutturare questo lavoro.

1) L'ESTETICA. In questo Sito sull'Oro non troverete di certo molte immagini che  lampeggiano, gif  animate (come ad es. quella qui a lato) o stravaganze del genere, perché la mia attività é concentrata, beninteso nelle intenzioni, sulla sostanza informativa e non sugli effetti psichedelici ( vedi anche spiegazione tecnica e motivi nel punto seguente). Ho invece ingentilito le schede con diverse immagini e vignette statiche. Inoltre, ricordandomi che a scuola ero piuttosto svogliato alla lettura, ho cercato di dare alle pagine e ai testi dei toni non noiosi, ma invitanti alla loro consultazione.

Spero di esservi riuscito.

 

2) LA FUNZIONALITA'. Sempre per motivi di reale praticità e funzionalità  cerco quotidianamente di far conservare all'intero web una struttura che sia la più schematica e intuitiva possibile, tipo leggere un libro, affinché chiunque possa consultarlo senza fatica e senza (quasi) il rischio di lasciarsi sfuggire interi paragrafi e nozioni a lui utili. Inoltre, un punto tecnico per me fondamentale: il giorno che misi in rete questo Sito, decisi di fare in modo che le sue pagine potessero esser visualizzate abbastanza velocemente e senza problemi da chiunque, cioè anche in situazioni di rete non particolarmente efficiente ecc. e a tal proposito ho preferito dunque rinunciare ad "effetti seducenti" (scritte che appaiono senza richiesta, immagini che cambiano da sole come vivessero di vita propria ecc.), tutte cose queste forse carine, ma del tutto inutili riguardo lo scopo informativo del Sito e che inevitabilmente appesantirebbero i tempi di apertura delle pagine che li contengono. Proprio su questo punto, e non per vanto, ma solo per chiarire la questione, a titolo di esempio riporto a seguire parte di una e-mail (Simone, 2016) nella quale mi sembra sia dimostrata palesemente la giustezza di questa mia scelta tecnica: " ... Soprattutto grazie mille di aver fatto un sito LEGGERO che si può tranquillamente caricare anche nelle peggiori condizioni di connessione (cosa fondamentale se ci si trova sul fiume o in tenda)".

 

3) LA CONSULTAZIONE. A chi non ha ancora familiarità con le varie pagine e sezioni, suggerisco che  non è conveniente limitarsi a scorrere in fretta e furia le numerose voci del sommario alla ricerca di qualche miracoloso indizio: sono presenti anche questi ultimi, ma sostanzialmente questo sito sull'oro si basa su tematiche da leggere con calma e su cui riflettere per ricavarne il meglio. I miei testi sono onesti (sinceri), talvolta ampi ed altre invece di poche righe, necessariamente a seconda delle mie conoscenze, ma quel che se ne può materialmente ricavare dipende in ogni caso sempre dalla personale elaborazione dei dati che ognuno di noi (voi) vi applicherà personalmente. Se si dispone di tempo e voglia, merita a mio avviso raggiungere le informazioni desiderate tramite i tasti dell'home page perché questi portano, almeno nell'intenzione, gradualmente all'oggetto interessato fornendo "cammin facendo" molte altre informazioni aurifere che potrebbero tornare utili.

Alcune descrizioni di gita sono recenti, mentre altre sono decisamente più datate. Se le prime sono decisamente una "vera manna dal cielo" (e di questo ringrazio le persone  che mi inviano spontaneamente i loro resoconti), le seconde, al contrario di quel che verrebbe spontaneo pensare, sono spesso anch'esse importantissime perché talvolta descrivono "ricche" situazioni scoperte in un periodo assai favorevole alla ricerca e che, col cambio generazionale, stanno entrando nell'oblio indipendentemente dalla loro possibile (o meno) "validità" attuale.

Sempre a proposito della consultazione, considerando che queste pagine non intendono costituire un manuale ( tranne le sezioni espressamente dedicate, tipo quelle "per imparare" o sul'attrezzatura ecc.), ma semplicemente descrivono l'argomento, mi viene in mente un piccolo aneddoto e cioè che, come  differenti persone che cercano oro nello stessi posti (con dei personali metodi di ricerca) ottengono spesso risultati assai diversi l'una dall'altra (cosa dimostrata), anche la lettura di questi testi può portare ciascuno di noi a differenti riflessioni e conseguentemente a diversi risultati. 

 

4) ERRORI. Ogni nozione qui presente corrisponde solo a presunta verità, cioè salvo errore inconsapevole da parte del sottoscritto (e come tutti sappiamo, di errori se ne fanno purtroppo diversi); inoltre non sempre scrivo tutto quello che so e questo perché di alcune cosette, concedetemelo, sono un po' geloso.

 

5) SCRIVERMI E CONTATTI VARI. Per la posta dei cercatori in generis: quando desiderate contattarmi per chiedermi qualcosa sull'oro, utilizzate per favore la pagina di Facebook (ma vedi nota in basso) che ho affiancato appositamente a questo Sito. Lì potrete non solo aggiungere qualsiasi domanda o argomento all'elenco dei vostri Post già presente (è sulla sinistra, da aprire, vi troverete una mia risposta nel tempo max. di 3 giorni, oltre a eventuali e graditi commenti da parte di terzi), ma potrete anche leggere e partecipare a tutte le altre discussioni sull'oro già iniziate da altri cercatori come voi. A chi non lo sapesse ancora, faccio presente che l'iscrizione in Facebook è semplice, gratuita, non è richiesta da me, ma dal programma medesimo e non reca alcun problema.

NOTA. Da Maggio 2017 è ora disponibile un altro spazio in rete che ho allestito per vostri o nostri dialoghi vari: in pratica ho preferito passare al formato "gruppo" per soli motivi tecnici che hanno lo scopo di agevolarvi, nel senso che lì d'ora in poi le vostre domande e risposte (con eventuali miei interventi se richiesti) appariranno direttamente nella schermata principale. Ho cercato insomma di rendere tutto più semplice possibile e spero che vi partecipiate, anche perché l'iscrizione è assolutamente gratuita.

Per la posta particolare, cioè da parte di giornalisti, istituti, scuole, enti vari, associazioni, studiosi della materia etc. si può invece ovviamente corrispondere senz'altro in forma privata col sottoscritto (Z.G.), idem dicasi per chiunque desideri inviarmi materiale utile da aggiungere al Sito.

 

A proposito delle scuole e relativi studenti, è per me cosa graditissima quando m'inviate vostre semplici ricerche scolastiche sull'oro, oppure tesine, tesi ecc; le inserirei senz'altro nel Sito precisandone la vostra proprietà e provvederei io, solo se lo riteneste utile, ad arricchirne i contenuti aggiungendo foto o mappe. Qui ci sono degli esempi: dunque non abbiate timore a contattarmi al merito.

 

6) ALCUNE NOTE DALLE MIE PAGINE FB. Il logo che riporta questa dicitura indica che le righe in questione (di solito si tratta di brevi domande/risposte) le ho tratte dai miei spazi in Facebook (un esempio qualsiasi) e questo perché quando mi capita d'individuarvi delle note informative utili, le "fisso qui" in considerazione del fatto che, nelle pagine FB, i vari post "scorrono" quotidianamente via via che se ne aggiungono di nuovi, rendendo così quasi impossibile rintracciare cose vecchie, anche se meritevoli d'attenzione.

 

7) RUBERIE O (AL CONTRARIO) MIE SODDISFAZIONI. Talvolta vengo a sapere che qualcuno ha utilizzato paragrafi del sito nella stesura di qualche suo lavoro su cartaceo (libri ecc.): non mi riferisco certo agli scrittori seri ed ai giornalisti che con una comune richiesta di autorizzazione via e-mail (per inciso, la concedo sempre e ben volentieri) mi appagano anzi di soddisfazione per quanto concerne la mia attività in rete (e ciò mi basterebbe), ma piuttosto alle persone che pubblicano il contesto non solo senza chiedermene per semplice formalità il consenso, ma addirittura senza la buona educazione di citare, nel prodotto finito, il fatto di avere in qualche misura attinto anche dalle mie pagine. Non riporto per esteso le credenziali dei "maldestri autori" dei quali mi sono finora accorto perché ritengo che i loro nomi (e pubblicazioni annesse) non meritino qui di essere "pubblicizzati" in alcun modo, cioè esattamente al contrario e nel rispetto di come invece solitamente mi comporto con tutte le persone che mi contattano in simili circostanze e delle quali in seguito io segnalo appunto con piacere (è nell'interesse informativo del sito) la pubblicazione che li riguarda. Insomma, una questione d'impostazione e correttezza reciproca che tra l'altro può solo agevolare entrambi.

A proposito dei vari autori dai quali ho fino ad oggi attinto, talvolta realizzando riassunti o, al contrario, miei ampliamenti ai loro testi, a seconda delle occasioni le pagine risultanti hanno acquisito, oltre agli ovvi diritti d'autore della fonte, anche quelli peculiari di questo Sito. Per la precisione mi riferisco ai testi di: M. André, A. Pivi, Atlante Storico dell'Economia, P. Castello, G. Cesti, M. Cattin, R. Cerri, R. Coenraads, L. Corna, S. Dalmastro, G. Fabbian, A. Froment, Istituto Geografico DeAgostini Novara, R.Kosnar, T. Kosnar, T. Micheletti, P. Pardieri, A. Paviolo, G. Pipino, A. Richard, R. Marsetti, R. Ortobelli, A. Roccati, A. Roggiani, Societé de la flore valdotaine, Speleo Club CAI Sanremo, A- Stella, Touring Club Italiano, F. Vercellino, F. Boschi). 

 

8) UN ESEMPIO E UN AVVISO "AI NAVIGANTI": consiglio vivamente a chi abbia inserito in proprie pagine web, pur dopo avermi contattato, testi o foto che in questo Sito erano intitolati "a cura di C. Lorenzini", di eliminarli prontamente come ho fatto io stesso perché mi è stata segnalata direttamente dal medesimo autore la disapprovazione del mio agire da parte della casa editrice contrattualmente interessata, con conseguente sua possibile rivalsa legale nella quale questa potrebbe adoperarsi in analogo modo anche nei casi di riflesso, cioè pagine di questo sito e di quel contesto copiate ed inserite altrove. 

 

9) DIFETTI O LACUNE DEL SITO: se mi segnalate, senza alcun timore, cose a vostro avviso abbastanza importanti che non sono presenti in queste pagine, ve ne sono certamente grato: farò del mio meglio per cercare di provvedere al più presto a trattarne per iscritto l'argomento e a cose fatte riceverete una mia notifica per visualizzare voi per primi quel che ho potuto (se ho potuto...) fare. N.B. Ma non per domande/risposte: queste vanno come al solito inserite nello spazio Facebook che ho preparato appositamente per vostri e nostri dialoghi.

 

 

10) NOTA DEL 2018: PARTECIPARE GRATUITAMENTE: Il Sito è diventato piuttosto vasto e intendo ampliarlo ancor più, ma per fare questo mi serve naturalmente collaborazione da parte di cercatori vecchi o nuovi ecc. disposti ad aiutarmi, inviandomi propri testi o materiale comunque utile. Ad esempio e come già descritto in alcune pagine,  molte delle relazioni o descrizioni di gita che i cercatori di tanto in tanto m'inviano affinché siano inserite nel Sito (e di questo naturalmente vi ringrazio tutti) sono ormai piuttosto datate e non è più garantito che quei posti siano rimasti immutati nel tempo: quindi mi sarebbe gradito che chiunque lo desideri me ne invii di "nuove proprie" alle quali applicherei, dal canto mio, un paio di accorgimenti estetici affinché le si possa facilmente ben apprezzare e distinguere dalle vecchie già presenti. Questa mia proposta è valida non solo per i fiumi, ma anche per le miniere o per l'attrezzatura usata (ad es. una pagina che descriva la vostra canaletta), quindi, se l'opportunità v'interessa avete solo da cliccare su questa foto per inviarmi il necessario (o chiedermi per qualsiasi dubbio), visto che a strutturare la vostra pagina o intervento provvederei poi io.

 

                             Ciao a tutti e buona lettura.

                                                                         Zappy. G.

 

All contents copyright
© 2003--2023 VDA
All rights reserved.
No portion of this service may be reproduced in any form.

Posta in generale: ho sostituito la mia precedente pagina Facebook (si può ancora consultarla, ma non più scriverci) con una nuova in formato Gruppo, la cui iscrizione è assolutamente gratuita e dove potrete inserire domande o argomenti aggiungendo vostri "post", oppure rispondere e dialogare in quelli di altri già presenti. Posta particolare: per dialoghi privati (giornalisti, istituti ecc.) scrivetemi invece qui.

Indicazioni stradali con Google

Puoi collaborare inviando materiale generico o resoconti di esperienze personali: le schede riporteranno il tuo nome  (vedi qualche esempio).

Per la Rete. Oltre alle conseguenze nelle quali spesso s’incorre, tipo intervento da parte di terzi legittimamente interessati (un esempio), copiare o utilizzare contenuti d’altri siti porta quasi sempre a risultati screditanti per il proprio lavoro, soprattutto nel caso il materiale fosse tratto da web ben conosciuti e molto visitati i cui utenti, nel caso appunto ravvisassero (accidentalmente?) il contesto di cui sopra, considererebbero detta scopiazzatura come rivelatore della mancanza di buon gusto oltre che di idee nei confronti del gestore del sito in “odor” di plagio . In ogni caso si tratterebbe di un gesto che, al di la delle apparenze iniziali, non offrirebbe al proprio web alcuno sviluppo positivo per il semplice motivo che non è generato da un’azione costruttiva bensì passiva.  A mio modesto avviso, un sito per risultare interessante deve avere una propria personalità nella scelta dei contenuti e nel modo in cui questi vengono presentati: meglio ancora se caratterizzato da alcune informazioni non  facili da reperire. Altro che copiare da altri siti. Per il cartaceo. Talvolta vengo a sapere che qualcuno ha utilizzato paragrafi del sito nella stesura di qualche suo lavoro su cartaceo (libri ecc.): non mi riferisco certo ai seri scrittori e giornalisti che con una comune richiesta di autorizzazione via e-mail (la concedo sempre, salvo particolarismi) mi appagano anzi di soddisfazione per quanto concerne la mia attività in rete (e ciò mi basterebbe), ma piuttosto alle persone che pubblicano il contesto non solo senza chiedermene per semplice formalità il consenso, ma addirittura senza la buona educazione di citare, nel prodotto finito, il fatto di avere in qualche misura attinto anche dalle mie pagine. Non riporto per esteso le credenziali dei "maldestri autori" dei quali mi sono finora accorto perché ritengo che i loro nomi (e pubblicazioni annesse) non meritino qui di essere "pubblicizzati" in alcun modo, cioè esattamente al contrario e nel rispetto di come invece solitamente mi comporto con tutte le persone che mi contattano in simili circostanze e delle quali in seguito io segnalo appunto con piacere (è nell'interesse informativo del sito) la pubblicazione che li riguarda. Insomma, una questione d'impostazione e correttezza reciproca che tra l'altro può solo agevolare entrambi.