Sito di Zappetta Gialla sull'Oro.

Vai Home page   Vai al Sommario

 

 

E' un Sito sull'oro con centinaia di pagine utili alle vostre ricerche e dispone anche di Facebook per dialogare ecc. Per la Posta in generale: ho sostituito la mia precedente pagina Facebook (si può ancora consultarla, ma non più scriverci) con una nuova in formato Gruppo, la cui iscrizione è assolutamente gratis e dove potrete inserire domande o argomenti aggiungendo vostri "post", oppure rispondere e dialogare in quelli di altri già presenti.

Per la Posta particolare, invece, cioè dialoghi privati ed esclusivi con giornalisti, enti, collaboratori scrivetemi qui

IMPORTANTE: se nel vostro schermo la tabella centrale, testi ed altro li vedete troppo piccoli potete ingrandire tenendo premuto il tasto Ctrl e cliccando su + o -

 

San Giovanni

 

 

pubblicazione di Miniere d'Oro(2003) web.tiscali.it/minieredoro(2004) www.minieredoro(2006 / 2023)

 

 

Itinerario di ricerche aurifere

torrente San Giovanni

Località Intra (Verbania)

a cura di Ugo Magnani

 

bullet

Il 26 Settembre 1987, io e l'amico Giorgio De Lorenzi decidiamo di recarci sul "San Giovanni" con la speranza di riuscire ad ottenere una campionatura anche di quel torrente.

 
bullet

Da Milano, in autostrada, si esce a Sesto Calende per poi proseguire per la statale n° 33 sino a Feriolo (oggi si può invece sfruttare il nuovo tratto autostradale "Sempione"); lì ci si inserisce sulla statale n° 34 per Fondotoce in direzione Cannobio fino ad Intra, meta di questa uscita. Prima di entrare nell'abitato di Intra (1) si oltrepassa un ponte sotto il quale scorre un largo torrente : non bisogna farsi trarre in inganno da quest'ultimo perché non é il San Giovanni bensì il San Bernardino (2), il quale risulterebbe (?) non aurifero. Proseguendo quindi oltre il ponte si entra in paese e, quasi al termine dell'abitato, vi é il San Giovanni (3); circa 200 metri prima di raggiungerlo occorrerà però svoltare a sinistra per una strada che in leggera salita conduce alla località Trobaso (4) e, al semaforo che si incontrerà dopo 6/700 metri, girare a destra ed oltrepassare così il ponte sul San Giovanni, subito oltre il quale, a sinistra si costeggerà il torrente.

bullet

Le ricerche (5) possono essere condotte dal successivo ponte posto poco più a monte, in prossimità di una stretta curva, fino alla vecchia Cartiera ormai disattiva situata a valle dello stesso ponte. Le scagliette che sono state rinvenute in questa occasione hanno dimensioni max. di 3x3mm. e sono piuttosto alte di spessore: sono stati trovati anche piccolissimi granuli. Per non creare false illusioni si comunica però che i risultati ottenuti in altre due gite successive furono piuttosto deludenti e che quindi, se si desidera rimediare una campionatura di questo torrente, ci vuole lavoro e fortuna.

 

 

 

bullet

Dei due ponti posti sul San Giovanni menzionati nella relazione, questa foto mostra quello situato più a monte: le ricerche effettuate durante questa gita si rivolsero alla zona compresa da questo punto (si notino i capannoni della vecchia cartiera) sino al ponte situato più a valle e visualizzabile cliccando sulla miniatura qui a lato.

 

 

Considerando che ai tempi di questa descrizione di gita era ancora un "punto interrogativo" (a livello di ricerca) tutta la zona a monte di questo ponte e relativo corso d'acqua proveniente dalla Val Intrasca (o, in lombardo, Val Intragna), ritengo senz'altro interessanti e stimolanti alcune note informative gentilmente inviatemi in epoca più recente (2014) dal sig. Martinella, che riporto a seguire:

"... molto più a monte ,addentrandosi nella valle lungo il torrente, percorrendo sentieri pericolosi e riconoscibili a malapena solo da chi è pratico dei luoghi, si può giungere in un punto a margine del torrente detto "Bui da l’or", situato nei pressi di un grande pozza d’acqua (appunto il "Bui") formata dal torrente. Lì in effetti pare di intravedere sul fianco della montagna la traccia di uno scavo non recente (ammesso che lo sia), ma realizzato nella notte dei tempi; la leggenda dice che una volta in quel posto ci fosse oro.

Da notare inoltre che sul fianco della valle percorsa dal torrente San Giovanni  ci sono i tre paesi Intragna, Esio e Aurano: potrebbe  la parola  AURano avere qualche sorta di parentela con AURUM? Del resto il "Bui da l’or", anche se per pochi metri di differenza territoriale, si trova proprio nel comune di Aurano e non in quello di Intragna".

                                                                                     Remo Martinella

                         

 

All contents copyright
© 2003--2023 VDA
All rights reserved.
No portion of this service may be reproduced in any form.

Posta in generale: ho sostituito la mia precedente pagina Facebook (si può ancora consultarla, ma non più scriverci) con una nuova in formato Gruppo, la cui iscrizione è assolutamente gratuita e dove potrete inserire domande o argomenti aggiungendo vostri "post", oppure rispondere e dialogare in quelli di altri già presenti. Posta particolare: per dialoghi privati (giornalisti, istituti ecc.) scrivetemi invece qui.

Indicazioni stradali con Google

Puoi collaborare inviando materiale generico o resoconti di esperienze personali: le schede riporteranno il tuo nome  (vedi qualche esempio).

Per la Rete. Oltre alle conseguenze nelle quali spesso s’incorre, tipo intervento da parte di terzi legittimamente interessati (un esempio), copiare o utilizzare contenuti d’altri siti porta quasi sempre a risultati screditanti per il proprio lavoro, soprattutto nel caso il materiale fosse tratto da web ben conosciuti e molto visitati i cui utenti, nel caso appunto ravvisassero (accidentalmente?) il contesto di cui sopra, considererebbero detta scopiazzatura come rivelatore della mancanza di buon gusto oltre che di idee nei confronti del gestore del sito in “odor” di plagio . In ogni caso si tratterebbe di un gesto che, al di la delle apparenze iniziali, non offrirebbe al proprio web alcuno sviluppo positivo per il semplice motivo che non è generato da un’azione costruttiva bensì passiva.  A mio modesto avviso, un sito per risultare interessante deve avere una propria personalità nella scelta dei contenuti e nel modo in cui questi vengono presentati: meglio ancora se caratterizzato da alcune informazioni non  facili da reperire. Altro che copiare da altri siti. Per il cartaceo. Talvolta vengo a sapere che qualcuno ha utilizzato paragrafi del sito nella stesura di qualche suo lavoro su cartaceo (libri ecc.): non mi riferisco certo ai seri scrittori e giornalisti che con una comune richiesta di autorizzazione via e-mail (la concedo sempre, salvo particolarismi) mi appagano anzi di soddisfazione per quanto concerne la mia attività in rete (e ciò mi basterebbe), ma piuttosto alle persone che pubblicano il contesto non solo senza chiedermene per semplice formalità il consenso, ma addirittura senza la buona educazione di citare, nel prodotto finito, il fatto di avere in qualche misura attinto anche dalle mie pagine. Non riporto per esteso le credenziali dei "maldestri autori" dei quali mi sono finora accorto perché ritengo che i loro nomi (e pubblicazioni annesse) non meritino qui di essere "pubblicizzati" in alcun modo, cioè esattamente al contrario e nel rispetto di come invece solitamente mi comporto con tutte le persone che mi contattano in simili circostanze e delle quali in seguito io segnalo appunto con piacere (è nell'interesse informativo del sito) la pubblicazione che li riguarda. Insomma, una questione d'impostazione e correttezza reciproca che tra l'altro può solo agevolare entrambi.